1919salernitana1919's news

Blog Archive

Classifica

Risultati e Prossimo Turno

Archivio blog

giovedì 31 dicembre 2009

Link Salerno e Salernitana Calcio

SALERNITANA.BIZ

SALERNOCALCIO.BIZ

SALERNITANA.INFO

SALERNOCALCIO1919.INFO

martedì 29 dicembre 2009

La Salernitana piomba su Balestri

5244 di Alberto Ghiacci e Ettore Intorcia
ROMA - La prima mossa della Salernita­na sarà puntellare la difesa. Preso atto che la trattativa con il Siena per Agostino Garofalo (26) - sul quale c’è anche la Reg­gina - è più complessa di quanto si pen­sasse, la Salernitana nelle ultime ore ha deciso di puntare con forza su Iacopo Ba­lestri (34), laterale del Mantova che può giocare sia a destra che a sinistra. Il gio­catore è da tempo fuori rosa, anche se il club lombardo avrebbe lasciato trapelare proprio negli ultimi giorni l’intenzione di reintegrarlo. Al di là delle indiscrezioni circolate a Mantova, Balestri è da con­siderare sul mercato. La trattativa è ben avviata, ma è destinata a concludersi solo fra qualche giorno dal momento che il procurato­re del difensore è all’este­ro.
Intanto la Salernitana e il ds Guglielmo Acri ieri hanno trovato l'accordo e siglato la risoluzione consensuale del rapporto iniziato questa estate e chiuso dopo nove giornate e un avvio di stagione difficile ­segnato dall'esonero tardivo del tecnico Brini ( confermato prima dell'arrivo di Acri) - che ha depresso  irrimediabilmen­te l’ambiente. La Salernitana ha continua­to a cambiare (ancora l’allenatore, via an­che Cari e squadra a Grassadonia) ed è ri­masta ultima: le soluzioni andavano cer­cate altrove. E infatti ora il ds Salerno avrà mano libera per rivoluzionare la squadra a gennaio.
ALTRE TRATTATIVE
- Non è solo la Salerni­tana a cercare un laterale sinistro. Lo vuole l’Empoli, che potrebbe effettuare un sondaggio con il Grosseto per Nicola Mora (30), ex Napoli. E sempre dal Napo­li c’è in uscita Erminio Rullo (25), altro nome associato alla stessa Salernitana. Il Frosinone è sempre pronto a fare pazzie per Gabriele Pacciardi (26), ma il Bene­vento sul punto è stato chiarissimo: non lo venderà.
ATTACCANTI
- Il brasiliano Pinilla (25), ri­chiesto dal Lecce e seguito in A da Udine­se, Genoa e Palermo, condizionerà il mer­cato del Grosseto che sta cercando di cau­telarsi. Suggestiva l’ipotesi Emanuele Ca­laiò
(27), che il Siena ha in comproprietà con il Napoli, ma difficile è arrivare an­che a Marco Cellini ( 28) dell’Albinoleffe, un gioca­tore che piace tanto anche al Cesena. La squadra di Bisoli punta comunque in alto: ha sondato invano il terreno per Daniele Cacia (26), alla Reggina ma in prestito dal Lec­ce; per Nicola Pozzi (23), che alla Samp non trova spazio ( e che comunque è in prestito con diritto di riscatto); anche per Massimo Marazzina ( 35). Ma potrebbe avere in prestito dal Chievo il brasiliano
Marcos De Paula
(26), che piace anche al Crotone.
Per il Piacenza, che ieri ha sollevato dall’incarico il responsabile dell’area tec­nica Perotti, spunta il nome di Giuseppe Le Noci (27), 11 reti con il Pergocrema e capocannoniere del girone A di Prima Di­visione, anche se dalla Roma potrebbe ar­rivare in prestito Leandro Greco (23). La rivelazione Padova, invece, ha una tenta­zione: Mirko Gasparetto (29).

 

fonte corrieredellosport.it

martedì 22 dicembre 2009

Gli Auguri di Buon Natale del presidente Lombardi

lunedì 21 dicembre 2009

Lombardi e i 90 anni della Salernitana !

Aspettando Salgado .........

venerdì 18 dicembre 2009

Intervista presidente Salernitana Lombardi del 17.12.2009

giovedì 17 dicembre 2009

Roberto Merino Ramirez in Salernitana-Albinoleffe del 12-12-2009

lunedì 14 dicembre 2009

Perinetti : "Io non ho portato Acri ! ne Brini ne Cari ! "

domenica 13 dicembre 2009

Intervista Montervino Jadid post Salernitana Albinoleffe 1-1 12.12.2009

Intervista Allenatore Cerone post Salernitana Albinoleffe 1-1 12.12.2009

Salernitana Albinoleffe 1 - 1 Perico Stendardo 12.12.2009 sintesi sportitalia

sabato 12 dicembre 2009

Salernitana Albinoleffe 1-1 Perico Stendardo 12.12.2009 18ª giornata serie B

venerdì 11 dicembre 2009

Salernitana Roma 2 - 2 STADIO VESTUTI DI SALERNO campionato serie B 1951 - 1952, 20 aprile 1952

20 aprile 1952 STADIO VESTUTI DI SALERNO CAMPIONATO SERIE A 1951 – 1952


Reti: p.t. Merlin 12 Sundqvist 21 s.t. Bertoloni 10 Fioravanti 38


Salernitana: DAmbrosi, Tuccini, Fragni, Miniussi, Bertoli, Moltrasio, Ronchi, De Andreis, Cabas, Bertoloni, Fioravanti.


Roma: Albani, Acconcia, Bortoletto, Cardarelli, Andersson, Merlin, Venturi A., Sundqvist, Galli G.C, Bettini, Tre Re.
Arbitro: Sig. Bernardi di Bologna

IL POTERE DEVE ESSERE GRANATA

mercoledì 9 dicembre 2009

Intervista Pepe post Salernitana - Empoli 1 - 0 08.12.2009

martedì 8 dicembre 2009

Sintesi Salernitana - Empoli 1 - 0 Caputo 08.12.2009 14ª Giornata serie B TIM 2009/2010

Caputo chiede scusa ai tifosi dopo Salernitana Empoli del 08.12.2009

domenica 6 dicembre 2009

Cerone intervento a Liratv sul regolamento , ma ..................................

sabato 5 dicembre 2009

Mantova Salernitana 1 - 1 5.12.2009 17ª giornata serie B

giovedì 3 dicembre 2009

Intervista a Ersilio Cerone nuovo allenatore della Salernitana

mercoledì 2 dicembre 2009

Orilia "La salernitana l'anno prossimo cosa farà ???"

martedì 1 dicembre 2009

Salernitana: il nuovo allenatore è Ersilio Cerone

lombardi Per i campani è il quarto allenatore dall'inizio della stagione -

Ersilio Cerone è il nuovo tecnico della Salernitana. Dopo le quattro giornate di deroga concesse a Gianluca Grassadonia, la società campana gli ha affiancato come previsto un allenatore dotato del patentino. Abruzzese di Avezzano, classe 1962, Cerone lo scorso anno ha allenato l'Olympia Agnonese in serie D. Nel 2006-07 ha maturato un'esperienza anche sulla panchina della Torres. Da giocatore ha indossato le maglie di Avezzano, Avellino, Pescara e Triestina (con gli alabardati ha giocato 10 anni). Cerone raggiungerà la sua nuova squadra domani nel ritiro di Peschiera del Garda. La Salernitana, ultima in classifica in B con soli 6 punti dopo 15 partite, aveva iniziato la stagione con Brini in panchina, per poi affidarsi a Cari e, appunto, a Grassadonia. Cerone è quindi il quarto allenatore granata dall'inizio dell'anno.

 

fonte datasport.it

lunedì 30 novembre 2009

Fabio Brini " Il calciomercato non si fa andando dietro ai procuratori !!! "

Salvatore Orilia post partita di Salernitana Gallipoli 1 - 3

Riccardo Santoro "LOMBARDI DEVE PASSARE LA MANO ! "

sabato 28 novembre 2009

SEMPLICEMENTE:LIBERATE LA SALERNITANA DA TAL MALE, PRIMA CHE SIA, DAVVERO TROPPO TARDI!!

Fine della storia…

Dopo cinque anni trascorsi ad assistere a spettacoli indecorosi,   e’ giunto il tempo della rinascita.

Cinque anni trascorsi all’insegna della precarieta’,  di false speranze,  di umiliazioni e tribolazioni.

Ora basta,  la misura e’ colma, le coronarie hanno patito fin troppo.

Nel calcio,  la sconfitta deve essere accettata secondo i canoni della lealta’ sportiva, ma  il motto di De Coubertein,  a Salerno,  non ha ragione d’essere.

Partecipare per essere umiliati,  bistrattati,  da squadre modeste,  e’ un oltraggio alla  competenza di una piazza che con grande civilta’ e sportivita’,  vive con  amarezza una situazione paradossale.

La Salernitana si e’ trasformata nell’armata brancaleone,   con Grassadonia nelle vesti di Oronzo Cana ed il povero Merino a fare le veci di “Aristoteles”.

Facile intuire chi tra i calciatori granata,  sia compatibile con le caratteristiche dei vari “Speroni,  Magrini e Crisantemi”,  ci sarebbe solo l’imbarazzo della scelta.

Dal 5-5-5 di Oronzo Cana’  al gioco “spumeggiante” di Cari,  passando per Brini e Grassadonia,   non c’e’ che dire,  una vera e propria “delizia”  per gli avversari, s’intende.

Peccato che non siamo nella parodia del pallone e che Salerno e la Salernitana siano una cosa seria,  ma ci sono tutti gli estremi per produrre un film dal titolo”Liberate la Salernitana” con primo attore Lombardi e aiuto regista, il signor,  Acri.

Sullo sfondo, il dramma sportivo di una Salerno che mastica di calcio,  costretta a vedere giocatori privi di fondamentali,  senza anima,  cuore,  completamente estraneati dalla realta’ che li circonda,  come se tale scempio non fosse ad essi imputabile.

D’altronde come dargli torto,  con una societa’ impelegata in processi giudiziari,  civili,  liti societarie,  che fatto salvo il principio garantistico della non colpevolezza,  fino a sentenza passata in giudicato,  fanno da contorno ad un modo di gestire negligente ed imprudente, l’azienda calcio.

Di azienda c’e’ ben poco nella Salernitana,  cosi’ come e’ del tutto avulso dalla concezione lombardiana,  il nesso tra ricavi e profitti.

La societa’ granata e’ diventata un via vai di ex calciatori,  ex direttori sportivi e protagonisti di quel mondo,  la Gea che ha prodotto la distruzione di piazze importanti e dal grande blasone.

Lombardi,  che invece di litigare con Murolo,  avrebbe dovuto affidarsi alle intuizioni dell’imprenditore di Cassino(Moriero e Giannini su tutti),  ammettere la propria incompetenza calcistica(che non costituisce certamente reato,  ma produce danni irreparabili),  progettando sull’esperienza passata,  una stagione agonistica in grado di assicurare un futuro alla Salernitana,  ha fatto di tutto per materializzare tale scempio.

IL Gallipoli,  il Frosinone,  l’Ancona,  sono soltano alcuni degli esempi di oculatezza nella gestione societaria abbinata a competenza calcistica.

La squadra dorica,  confermando in blocco il gruppo che solo nella passata stagione,  fino all’ultima gara di campionato,   ha dovuto sudare le fatidiche sette camice per salvarsi,  e’ ora in lotta per la promozione in massima serie.

Fortuna o programmazione?noi optiamo per la prima ipotesi.

IL calcio,  quando non si hanno risorse economiche,  si programma attraverso le conoscenze,  affidandosi alle idee di dirigenti esperti e ben inseriti nel sistema.

A Salerno, vige la follia allo stato puro,  il fare e disfare continuo,  in grado di produrre effetti collaterali devastanti,  debiti,    vertenze,  a cui e’ impossibile riparare.

IL presidente della Salernitana,  che ha sempre dichiarato il proprio amore per la casacca granata,  compia un atto di fede,  lasci la societa’,  dia alla piazza la possibilita’ di metabolizzare,  digerire questo scempio calcistico,  pensando ad un futuro che da oggi,  deve essere gia programmato, per ripartire di nuovo dal basso.

Eppure,  a zero euro,  senza un centesimo di debiti,  nessuno dei tifosi granata,  avrebbe immaginato dopo appena cinque anni di gestione, di fare i conti con carte bollate,  tribunali e Covisoc.

L’unico motivo di vanto,  non puo’ che essere il ritorno dell’Ippocampo,  segno distintivo,  forza di una fede intramontabile,  indegnamente rappresentato da calciatori che definire tali e’ un eufemismo.

Dopo cinque anni,  occorre di nuovo  ripartire da zero,  come gia’ accaduto appena qualche tempo fa, in quel di Paestum,  quando a Salerno,  i calciatori andavano in campo con casacche di colore differente.

Che ben venga tale possibilita’,  e’ il male minore,  siamo disposti a tutto, affinche’ si liberi la Salernitana e la piazza da questo scempio e fardello insopportabile.

SEMPLICEMENTE:LIBERATE LA SALERNITANA DA TAL MALE, PRIMA CHE SIA,  DAVVERO TROPPO TARDI!

 

FONTE VOCESPORT

venerdì 27 novembre 2009

IL PRESIDENTE D'ODORICO VUOLE LA SALERNITANA!

Sintesi Salernitana Gallipoli 1 - 3 27.11.2009 16ª giornata

martedì 24 novembre 2009

Fusco e Montervino squalificati per 2 giornate

 sal Ecco il testo che riguarda Fusco con multa di 250 euro:

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI € 250,00

FUSCO Luca (Salernitana): doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in campo e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; sanzione aggravata perché capitano della squadra; per avere, al 29° del secondo tempo, all'atto dell'espulsione, contestato l'operato arbitrale in termini irrispettosi.

Ecco il testo per Montervino a cui oltre la squalifica è stata comminata una multa di 3 mila euro:

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI € 3.000,00

MONTERVINO Francesco (Salernitana): per avere, al 6° del secondo tempo, indirizzato ad un Assistente pesanti insulti e per avere, al 12° del secondo tempo, rivolto ulteriori insulti ad un calciatore avversario; infrazioni rilevate dal collaboratore della Procura federale.

AMMONIZIONE CON DIFFIDA

SALERNO Nicola (Salernitana): per avere, al 17° del secondo tempo, contestato platealmente l'operato arbitrale. 

lunedì 23 novembre 2009

Goal Pepe in Grosseto - Salernitana 2 - 2 commento gigi murante liratv

domenica 22 novembre 2009

Pagelle Grosseto – Salernitana 2 - 2 21.11.2009

sabato 21 novembre 2009

Grosseto SALERNITANA 2 - 2 Soligo Pinilla Pepe

Intervista Grassadonia post Grosseto - Salernitana 2 - 2

venerdì 20 novembre 2009

Grassadonia intervista pre partita Grosseto Salernitana

giovedì 19 novembre 2009

Salernitana, Pestrin parla ancora da leader

«Non meritiamo questa classifica. Salvezza possibile»

Criticato per la pessima stagione, l’ex messinese non molla

Image_0 di Franco Esposito

SALERNO - Grassadonia prova una Salernitana più abbottonata in vista della trasferta di sabato a Gros­seto. I granata, che puntano ad ottenere almeno dieci punti fino alla sosta natali­zia, devono rinunciare agli squalificati Kyriazis e Fava ed agli infortunati Cozza e Millesi. Ma anche Ferraro non sta molto bene e quindi in avanti le scelte sono qua­si obbligate. Nel test contro la Primavera di ieri pome­riggio all'Arechi l'allenato­re dei campani ha provato Caputo in posizione più avanzata con Jadid a soste­gno.
ESEMPIO JADID
- L'italo­marocchino è ormai un tito­lare inamovibile della squa­dra. In ogni caso, vista la squalifica di Fava, Grassa­donia dovrebbe schierare una sola punta di ruolo, te­nendo l'altro attaccante in panchina (il più indiziato, al momento, è Ferraro, alle prese con un affaticamento muscolare). A Grosseto la Salernitana potrebbe gioca­re con il 4-4-1-1. In difesa, a sinistra, il brasiliano Ma­chado dovrebbe spuntarla su Bastrini, che ieri Grassa­donia ha provato al centro. Alla fine, però, i due centra­li difensivi dovrebbero es­sere Fusco e Stendardo. Sulla linea mediana, in due dei quattro tempi dell'ami­chevole di ieri pomeriggio, il tecnico granata ha prova­to Tricarico e Pestrin nel ruolo di interni, mentre Sta­tella (poi Vincenzo Pepe) e Soligo sono stati impiegati sulle corsie laterali. Mon­tervino, che sarà disponibi­le per la gara di Grosseto, ha giocato in tandem con Carcuro e quindi potrebbe partire dalla panchina.
Ma non è escluso che Grassadonia cambi idea in questi ultimi due giorni, considerata soprattutto la grande esperienza dell'ex capitano del Napoli.
PESTRIN
- Se Montervino dovesse giocare, Tricarico scivolerebbe tra i rincalzi. Ci sarà sicuramente, inve­ce, Manolo Pestrin. Il cen­trocampista romano gode della fiducia di Grassado­nia.
Fin qui Pestrin, come tutta la squadra, non ha avuto un rendimento all'al­tezza delle sue qualità ed è stato spesso bersagliato dal­la critica. «Se siamo ultimi ­dice - ci sono dei motivi og­gettivi. Tuttavia vengono ri­ferite anche cose false, che non fanno assolutamente bene alla squadra. Per quanto mi riguarda, accetto le critiche sulle prestazioni, ma quando si va sul perso­nale, allora non ci sto. Ho sentito dire che avrei prati­camente smesso di giocare, che sarei venuto a Salerno per svernare e cose di que­sto genere».

Di Pestrin si parla spesso anche a proposito di merca­to. Il giocatore, però, repli­ca in modo preciso: «Ho fir­mato un contratto fino al 2011, non per altri due me­si. Se avessi voluto, avrei conservato il contratto in scadenza e poi a gennaio sarei andato via».

La Salernitana spera di chiudere il girone di andata a quota diciotto, conqui­stando, quindi, tredici pun­ti nelle restanti otto gare.

« La strada è sicuramente dura
- commenta Pestrin -
ma, se arriva qualche risul­tato, possiamo ancora spe­rare di centrare l'obiettivo salvezza. Io ci credo e come me tutti i compagni. Questa squadra non merita di ave­re cinque punti in classifi­ca »
.
TIFOSI
- Intanto il presi­dente onorario della tifose­ria organizzata, Orilia, invi­ta tutti i sostenitori granata a stringersi intorno alla squadra. « E' un momento delicatissimo - dice - e solo i calciatori possono tirarci fuori da questa situazione. Dobbiamo sostenerli e farli lavorare in tranquillità, co­me del resto è accaduto fino ad ora. Siamo preoccupati, è ovvio, ma è proprio da giocatori come Montervino, Pestrin e Fusco, insomma dai più esperti, che ci aspet­tiamo un segnale importan­te. Non vogliamo perdere la serie B. Ma, se arriverà qualche risultato, a gennaio la società dovrà investire per rinforzare l'organico perché occorrono almeno quattro elementi».

 

fonte : corrieredellosport.it

martedì 17 novembre 2009

Merino : "Il napoli ? NOOOOOOOOOOOOO! "

lunedì 16 novembre 2009

Intervista Roberto Merino Ramirez del 10.11.2009

venerdì 13 novembre 2009

Intervista Roberto Merino del 11/10/2009

ROBERTO MERINO RAMIREZ INTERVISTA A salernitanachannel.net

LOMBARDI : "IO SALVERÒ LA SALERNITANA !"

Image and video hosting by TinyPic
mercoledì 11 novembre 2009

ROBERTO MERINO sta tornando !!

martedì 10 novembre 2009

Due giornate di squalifica per Fava , Castori esonerato dal Piacenza

1252159490fava MILANO, 10 novembre - In serie B, il giudice sportivo ha squalificato per tre giornate Gorgone (Triestina) per «aver rivolto un'espressione ingiuriosa all'arbitro, assumendo nei suoi confronti un atteggiamento provocatorio» e per «aver reiterato espressioni insultanti nei confronti degli ufficiali di gara». Per due turni sono stati squalificati Giallombardo (Ascoli) e Fava Passaro (Salernitana). Un turno di squalifica è stato inflitto a Costa (Reggina), Antonazzo (Empoli), Gorzegno (Sassuolo), Tamburini (Modena), Giorgi e Portin (Ascoli), Pratali (Torino) e Schiavi (Lecce). Un turno anche per il direttore sportivo dell'Ascoli Vicenzo Mirra, ammonizione con diffida e ammenda di 5.000 per l'allenatore della Triestina Somma. I giocatori diffidati sono Consolini (Sassuolo) Sommese (Ascoli, con ammenda di 500 euro), Angella (Empoli), Buscè (Reggina), Mora (Grosseto), Pettinari e Oliveira Santos (Cittadella), Pestrin e Polito (Salernitana). Ammenda di 750 euro per Flachi (Brescia). Queste le ammende per le società: 5.000 euro al Torino, 3.000 euro al Brescia, al Modena e al Padova, 2.000 euro al Cesena, 1.500 euro all'Ancona e al Sassuolo e 750 euro al Lecce.

PIACENZA, 10 novembre - Salta un’altra panchina in serie B. questa volta tocca a Fabrizio Castori, cui il Piacenza ha deciso di dare il benservito dopo la sconfitta di sabato a Mantova. Ancora non si conosce il nome del successore. Al momento, la formazione emiliana è penultima da sola in classifica, a -3 dalla coppia formata dallo stesso Mantova e dalla Reggina. Ecco il comunicato del Piacenza calcio: «Il Piacenza Calcio comunica di aver sollevato dalla guida tecnica della prima squadra il sig. Fabrizio Castori. La Società ringrazia il tecnico per il lavoro svolto con impegno e professionalità e gli augura le migliori fortune».

 

Fonte corrieredellosport.it

Pasquale Casillo potrebbe tornare alla Salernitana

stor_4628789_19500 Pasquale Casillo ha già scritto la parola fine alla sua esperienza con la Cavese. Venerdì scorso, al termine di un vertice con gli altri soci, Lombardi e Della Monica, il ‘re del grano´ ha maturato la decisione di lasciare la formazione metelliana. Alla base della decisione ci sarebbero delle divergenze sulla gestione tecnica della Cavese.
Casillo, però, non ha intenzione di allontanarsi dal calcio, anzi. L´imprenditore avrebbe già avuto una serie di incontri con due imprenditori di San Giuseppe Vesuviano. Dietro ci sarebbe un progetto ambizioso che prevede l´ingresso di Casillo e dei due eventuali soci nella Salernitana per rilanciare il club granata. Pasquale Casillo è stato già presidente della Salernitana nel 1997, stagione che vide i granata conquistare la storica promozione in serie A.

 

fonte resport.it

lunedì 9 novembre 2009

Lombardi spiega il ritardo dell'acquisto di Fava

De Luca a telecolore parla della Salernitana di Lombardi 09/11/2009

I numeri della Salernitana dopo 13 giornate

1

2

domenica 8 novembre 2009

Intervista Lombardi presidente Salernitana del 24-08-09 a Telecolore

IL CAMPIONATO DELLA SALERNITANA INIZIA A GENNAIO !

Tommaso D'angelo : " DOVE SONO I TIFOSI DELLA SALERNITANA ?!?!?!?!?!? "

Le pagelle di Padova - Salernitana 3 - 1 07/11/2009

sabato 7 novembre 2009

Padova - SALERNITANA 3 - 1 Ferraro Di Nardo Soncin Bovo 07/11/2009

Bragança e Pereyra i due calciatori consigliati da Jose Alberti

venerdì 6 novembre 2009

Grassadonia intervista pre Padova - SALERNITANA

martedì 3 novembre 2009

PRESENTAZIONE GRASSADONIA NUOVO ALLENATORE DELLA SALERNITANA

lunedì 2 novembre 2009

Il DS Salerno spiega la scelta di Grassadonia come allenatore della Salernitana

Grassadonia e’ il 12esimo allenatore sulla panchina della Salernitana

gras--140x180 Tanto per cambiare,  la panchina di Marco Cari dura appena sette partite.

Una vittoria,  quella con il Crotone,  due pareggi e quattro sconfitte,  questo il bilancio del tecnico di Ciampino,  voluto da Acri su consiglio del solito Zavaglia.

Gianluca Grassadonia,  chiamato al capezzale della Salernitana,  stava svolgendo un ottimo lavoro alla guida della Primavera,  unico raggio di luce in un cielo tenebroso.

All’ex difensore del Cagliari e della Salernitana,  Lombardi e Salerno,  affidano le sorti della prima squadra,  rappresentando il 12°allenatore dell’era Lombardi,  il terzo stagionale,  ennesimo capro espiatorio di una gestione tecnica e societaria,  dilettantistica.

Nicola Salerno,  che da tempo aveva gia’ fatto le valigie a Cari,  al momento del proprio arrivo a Salerno,  ha dovuto far di necessita’ virtu’, parsimoniando le residue risorse finanziarie da devolvere all’eventuale campagna acquisti di Gennaio,  assunto da tutti come il mese della resurrezione.

Qualcuno tuttavia dimentica che fino al momento del rederationem,  ci sono ancora 8 incontri da disputare ed almeno una quindicina di punti da conquistare per sperare nel miracolo salvezza.

Ma tant’e',  a Salerno e’ di moda la politica del sopravvivere giorno dopo giorno,  sperando nella provvidenza.

 

FONTE : vocesport.com

domenica 1 novembre 2009

Salernitana, via Cari: promosso Grassadonia

La sconfitta di Reggio Calabria, la nona stagionale, provoca un nuovo avvicendamento sulla panchina granata. È la sesta panchina che salta in serie B

C_3_Media_202046_immagine_det

ROMA, 2 novembre - La sconfitta di Reggio Calabria, 9ª stagionale e 4ª della gestione Cari, provoca un nuovo avvicendamento in panchina alla Salernitana. Esonerato Marco Cari e promosso in prima squadra il tecnico della Primavera, Gianluca Grassadonia, 37 anni, già difensore di Foggia e Cagliari e dello stesso club granata. L'allenatore di Ciampino, che aveva ereditato la squadra da Fabio Brini dopo 5 giornate di campionato, non è riuscito a raddrizzare la situazione, raccogliendo la miseria di 5 punti in sette partite, frutto della vittoria sul Crotone e dei pareggi di Piacenza all’esordio e con l’Ascoli in casa.
La sua Salernitana ha perso a Cesena (3-0), col Cittadella (1-2) all’Arechi, a Lecce (1-0) e con la Reggina sabato (3-1). Sei i gol realizzati, 10 quelli subiti. Numeri che inchiodano il sodalizio salernitano, sinora per 1.012 minuti virtualmente retrocesso in Prima Divisione e per 606 ultimo da solo. Un anno fa, con Castori in panchina, dopo 12 giornate, la Salernitana aveva 18 punti ed era 8ª. e riuscì a salvarsi solo nel concitato finale di campionato. Quello di Cari è il sesto esonero in Serie B dopo quelli di Brini per Cari alla 5ª, di Madonna per Mondonico all'Albinoleffe alla 7ª, di Cavasin per Iachini al Brescia all'8ª, di Gotti per Somma all'8ª e di Novellino per Iaconi all'11ª.

Tullio Calzone

 

fonte Corrieredellosport.it

Un mese fa (20 settembre) l’esonero di Brini veniva così commentato :

Eurogoal di Jadid in Reggina - Salernitana 3 - 1 del 31-10-2009

sabato 31 ottobre 2009

Sintesi Reggina Salernitana 3-1 12ª Giornata serie B 31-10-2009

Pagelle Reggina Salernitana 3-1

Fabrizio Failla a tvoggi parla della Salernitana

venerdì 30 ottobre 2009

Ds Salerno presenta il nuovo acquisto Andrea Capone

giovedì 29 ottobre 2009

Prima intervista Andrea Capone

Andrea Capone alla Salernitana

capone

La Salernitana Calcio 1919 comunica di aver tesserato, in data odierna, il centrocampista Capone Andrea, classe 1981. Il calciatore si allenerà regolarmente con la prima squadra e sarà disponibile dal 2 gennaio. Il calciatore sarà presentato agli organi di stampa in occasione della conferenza delle ore 17.15 allo stadio Arechi. 

 

fonte salernitana1919.it

 

carriera

Delio Rossi intervista a TVOGGI del 28-10-2009

lunedì 26 ottobre 2009

Roberto Merino Ramirez allenamento del 26-10-2009

LA COMMISSIONE DISCIPLINARE ASSOLVE SALERNITANA LOMBARDI E IL CASSINO

I quattro goal della Salernitana contro il Crotone con telecronaca di Gigi Murante

domenica 25 ottobre 2009

Kyriazis, sette turni di squalifica

SALERNITANA Georgios Kyriazis ROMA, 25 ottobre - È costato caro a Georgios Kyriazis il momento di follia di ieri durante il match tra la sua Salernitana e il Crotone, valido per l’11ª giornata del campionato di serie B e finito 4-1 per i campani. Il difensore greco ha prima cercato di colpire con uno schiaffo un giocatore avversario e ha poi strattonato, spintonato e insultato l'arbitro che lo aveva espulso. Risultato: sette turni di squalifica comminati dal giudice sportivo.

Il difensore greco della Salernitana ha tentato di schiaffeggiare un giocatore del Crotone, poi ha spintonato e insultato l’arbitro Ciampi

fonte corrieredellosport.it

sabato 24 ottobre 2009

Sintesi Salernitana - Crotone 4 - 1 Stendardo Cozza Pestrin Zito 11ª giornata

Pagelle Salernitana - Crotone 4 - 1 Stendardo Cozza Pestrin Zito 11ª giornata

venerdì 23 ottobre 2009

Cordata imprenditori interessati alla salernitana da TVOGGI del 22-10-2009

giovedì 22 ottobre 2009

Salernitana Juve Stabia 3 - 0 finale play-off goal di Tudisco e Breda allo stadio San Paolo 1993-94

1993 1994 salernitana
mercoledì 21 ottobre 2009

Probabile formazione contro il Crotone 21/10/09

Orilia a Goal su Goal del 12-10-2009 parla della Salernitana e del presidente Lombardi

Servizio delle Iene del 20-10-2009 sull'aeroporto di Salerno

Carmine Longo "A FARE MEGLIO DI LOMBARDI CI VUOLE POCO!" da TVOGGI del 20-10-2009

martedì 20 ottobre 2009

Roberto Merino Ramirez ricomincia a correre 20-10-2009

Non c'è pace per Lombardi: anche Cardinale fa causa alla società

5F6D4949-A04F-B984-C600F26B9C90EAA8 Dopo i vari Ganci, Iunco, Mutti, Castori, anche Roberto Cardinale, ex difensore granata attualmente al Potenza, ha intenzione di presentare vertenza contro la Salernitana per il mancato pagamento di alcuni emolumenti.

E’ lo stesso centrale ad annunciarlo: «Finora ci sono andato con i piedi di piombo anche per tutelare la squadra ed i tifosi che ancora mi vogliono bene. Ora però ho deciso di fare sul serio e di fare tutto il necessario per tutelare i miei interessi. L’ultima volta che ho parlato con i dirigenti granata mi dissero che alle scadenze dovute avrebbero rispettato gli accordi -spiega Cardinale- ma finora non  c’è stato niente. Fatto sta che io ad oggi non ho ancora percepito le mie spettanze».
L’amarezza del difensore Delle cifre Cardinale non vuole parlare: «Non mi sembra corretto. Io però voglio ciò che mi spetta». Il racconto del difensore è un misto di rabbia ed amarezza: «La scorsa stagione ci accordammo per un biennale, poi il giorno seguente mi proposero un contratto di un solo anno. Io dapprima rifiutai, poi, visto che amo Salerno e penso di averlo dimostrato in questi dieci anni, decisi  di accettare con al promessa che me lo avrebbero prolungato. A metà stagione -continua il centrale- mi rimandarono a fine anno, spiegandomi che a salvezza acquisita mi avrebbero sistemato. Niente, un’altra presa in giro. Dopo essermi sposato non si è fatto più sentire nessuno, nè tantomeno qualcuno mi ha mai risposto al telefono. Non c’è cosa più brutta di non essere risposti al telefono, è una vergogna. Non c’è riconoscenza». Alla fine è stato lo stesso Cardinale a decidere di rompere gli indugi: «Sono dovuto andare io in sede ad appurare che non sarei stato riconfermato. Sia chiaro però -precisa il difensore- che non parlo ora perchè voglio buttare benzina sul fuoco».
Il saluto ai tifosi Cardinale infatti avrebbe deciso di compiere questo passo anche se la Salernitana avesse occupato la prima posizione: «Anzi ho aspettato qualche mese per amore di Salerno. Togliendomi questa piazza è come se mi avessero tolto uno di famiglia. Ancora oggi mi vogliono bene tutti. Anzi colgo l’occasione per salutare la tifoseria -dice Cardinale- non ho avuto modo di farlo perchè sono andato via in punta di piedi. Mi dispiace per la situazione ma non dipende nè da loro, nè dalla squadra... ».

fonte cronachesalerno.it

lunedì 19 ottobre 2009

Abderrazzak Jadid prima intervista da calciatore della Salernitana

Cuoghi alla Salernitana ? No Grazie !

Salernitana, Lombardi blocca l'accordo con Cuoghi

14755 Non cambia, per ora, la guida tecnica della Salernitana. Marco Cari resta al suo posto, nonostante la volontà del nuovo ds, Nicola Salerno, di sollevarlo dall'incarico dopo il k.o. di Lecce. Il neo dirigente della Salernitana aveva infatti raggiunto un accordo di massima con l'ex tecnico granata Stefano Cuoghi, prima che il presidente Antonio Lombardi bloccasse l'intesa tra i due. Alla base di questa decisione, la necessità del massimo dirigente di Vallo della Lucania di non aggravare il bilancio societario con altre spese, dopo le cause perse con gli ex allenatori Mutti e Castori.

 

fonte tuttomercatoweb.com

Abderrazzak Jadid alla Salernitana 19-10-2009

Cari post partita Lecce - Salernitana 1 0 16-10-2009

domenica 18 ottobre 2009

La Salernitana ingaggia il centrocampista : si tratta del marocchino Abderrazzak Jadid

salernitana La Salernitana Calcio 1919 comunica di aver contrattualizzato, nella serata odierna, il calciatore Abderazak Jadid. Jadid, centrocampista centrale classe 1983, ha giocato nel Brescia, sua ultima società. Jadid ha firmato un contratto biennale e sarà a Salerno domani, lunedì, alla ripresa degli allenamenti. “Ho grande voglia di tornare a giocare” ha detto Jadid. “Mi piacciono le sfide e Salerno, in questo momento, rappresenta una scelta importante per qualsiasi calciatore. Ho sposato subito il progetto della società: salvare la Salernitana è obiettivo possibile anche se la situazione è oggi non facile. Il compito della squadra è anche quello di riportare i tifosi allo stadio. Ricordo l’Arechi ai tempi in cui affrontai i granata con il Brescia di Mario Somma. Mi ha convinto anche il grande fascino dell’Arechi”. Sulla condizone fisica: “Sto bene, mi sono allenato, sono pronto e mi metterò subito a disposizione del mister”. Il direttore sportivo Nicola Salerno motiva così la scelta: “Potevamo fare un solo movimento ed ho deciso di puntellare il centrocampo con un calciatore dalle grosse qualità e dalle forti motivazioni. Quelle che oggi servono alla Salernitana”.

fonte:www.salernitana1919.it

C_3_Media_84086_immagine_det Ha iniziato a giocare a calcio con i ragazzini del Calcinato, nella cui prima squadra gioca come ala il fratello Abdech Chafi nato nel 1987.La crescita avviene nelle giovanili del Brescia e le sue prime partite ufficiali come professionista sono quelle giocate con il Lumezzane in C1 nella stagione 2001-02 con cui segna 3 reti in 31 incontri. Torna poi a Brescia nella stagione 2002-2003 ed esordisce in Serie A il 15 settembre 2002 nella sconfitta del Brescia contro il Piacenza per 2-1. La stagione successiva la trascorre in parte a Pisa in C1 con cui segna un gol,poi rientra a Brescia per giocare 3 partite. Il 2005-06 vede la sua prima partecipazione in Serie B in prestito al Pescara dove gioca 29 partite e segna 3 reti. Nel gennaio 2008 passa in prestito al Bari con diritto di riscatto in favore della società pugliese, la quale però decide di non far valere questo diritto a fine campionato, causando così il ritorno del calciatore a Brescia. Il 18 Ottobre 2009 firma un contratto biennale con la Salernitana.

fonte:www.wikipedia.it

Pedulla " La Salernitana ha cercato un altro allenatore "

Fulvio De Maio " Bellotto andava a casa di Grassadonia e si mangiava u cornett e u cappuccin ! "

Incontro Lombardi con i tifosi 06/2009

sabato 17 ottobre 2009

SALERNITANA LOMBARDI FRENA SU CARI

lombardi_0901 Una sconfitta sul campo, l'ennesima, per la precisione l'ottava in dieci gare, ma anche un capo d'accusa pesantissimo e pericoloso maturato dinanzi alla commissione disciplinare. Si è consumata, così, amaramente, l'ennesima giornata di passione per il club granata capace, come pochi, di raccogliere sconfitte e delusioni in qualsiasi ambito sia impegnato. Nel pomeriggio, a Roma, è toccato al pm federale articolare il suo capo d'accusa in merito al deferimento incrociato che vedeva sul banco degli accusati Salernitana e Cassino. In pratica, secondo il collegio della procura federale, la famiglia Murolo, in particolare il fratello di Vittorio – Clodomiro – ha assunto, nelle ultime due stagioni, una posizione dominante all'interno della Salernitana eludendo l'obbligo della ricapitalizzazione attraverso massicci investimenti in sponsorizzazioni. Conta poco la pena proposta a carico del club granata (squalifiche di sei mesi per Lombardi e Rispoli, 60mila euro di multa) conteranno, tantissimo, soprattutto in sede civile, le motivazioni addotte in dibattimento se confermate nella sentenza. In pratica verrebbe confermato, in sede di giustizia sportiva, il teorema portato avanti da Murolo in sede ordinaria dinanzi al giudice Colucci. Paradossalmente quella che, in maniera superficiale, potrebbe essere considerata come una vittoria – vista e considerata la lieve entità delle pene proposte – si trasformerebbe in un autentico macigno in sede civile, di qui la difesa accorata del professor Amatucci legale rappresentante della Salernitana. Lunedì, al massimo martedì la sentenza. Il secondo capo d'accusa, anche in questo caso quasi una sentenza, è maturato, invece, in serata allo stadio di Via del Mare a Lecce dove la salernitana di cari, nell'occasione imbottita di giovani, non è riuscita a salvare la pellaccia neanche contro un Lecce per molti versi imbarazzante. Un golletto di Corvia a margine dell'ennesima disattenzione difensiva è stato sufficiente alla truppa di De Canio per avere la meglio di una Salernitana almeno volitiva e generosa. La mission salvezza così si complica sempre più e facciamo oltremodo fatica ad immaginare in che modo, con quali uomini si possa, in qualche modo evitare il naufragio. Ma in fondo di cosa meravigliarsi: la squadra che scende in campo non è altro che lo specchio fedele della società presieduta da Antonio Lombardi che, intanto, ha frenato il diesse Salerno gi pronto ad esonerare Cari. Domani nuovo summit tra presidente e diesse che, intanto, congela i contatti avviati con Arrigoni, Colomba e Cuoghi.

 

fonte tvoggisalerno.it

Cari post partita Lecce - Salernitana 1 0 corvia 16-10-2009

Esonerato Marco Cari

arezzo stadio comunale città di arezzo viale gramsci partita valida per il campionato nazionale di lega pro prima divisione girone b serie c1 ac arezzo calcio 2008-2009 arezzo-pistoiese mister marco cari Sabato contro il Crotone non ci sarà Marco Cari sulla panchina granata. Il tecnico di Ciampino paga con l'esonero la sconfitta di Lecce, l'ottava della stagione, la terza (consecutiva) del suo velocissimo mandato. Nicola Salerno, come era fin troppo facile prevedere, ha già deciso per l'allontanamento del tecnico di Ciampino, Lombardi dovrà soltanto ratificare a garantire la copertura finanziaria del nuovo contratto. A ore sarà anche comunicato il nome del sostituto, uno tra Arrigoni (prima scelta ma sotto contratto con il Bologna), Colomba, Cosmi o Cuoghi. Molto dipenderà anche dalla capacità di spesa del club granata. Di fatto si provvederà all'ingaggio del terzo allenatore stagionale che sarà poi anche il quinto a gravare sui conti della Salernitana. A bilancio, infatti, ci sono già i pagamenti di Castori, Mutti, Brini e ultimo, in ordine di tempo, Marco Cari.

 

fonte tvoggisalerno.it

 

ieri così l’ex tecnico commentava la sua futura permanenza a salerno :

Sintesi Lecce-Salernitana 1-0 Corvia 10ª giornata serie B 16-10-2009

Ennesima sconfitta per la Salernitana. Per i salentini in rete l'ex romanista

LECCE, 16 ottobre - Il Lecce batte la derelitta Salernitana e si avvicina alle prime della classe. Ma per gli uomini di De Canio l’uscita dal tunnel è ancora lontana. Perché nell’anticipo della 10ª giornata del campionato di serie B arrivano 3 punti d’oro, ma per il gioco c’è ancora da aspettare. Il gol della vittoria è dell’ex romanista Corvia, al 22’ imbeccato da Angelo. Ma è grossa la responsabilità di Pepe, che lascia troppo spazio all’attaccante dei pugliesi. La Salernitana è spettatore non pagante fin verso la fine del primo tempo, ma proprio quando i giocatori pensano già al riposo Fava sorprende tutti con un tiro dal limite su cui Rosati è attento. A inizio ripresa è Stendardo a sfiorare il pari, mandando fuori di un soffio. Al 64’ bel colpo di testa di Marilungo su angolo di Angelo, ma Polito riesce a parare. Il resto è noia.

 

fonte corrieredellosport.it

venerdì 16 ottobre 2009

Marco Cari intervista pre partita Lecce - Salernitana

De Luca " Sappiamo a chi bisogna fare appello !! "

giovedì 15 ottobre 2009

Intervista al nuovo ds Nicola Salerno

2° PUNTATA:Granata Connection presents:"Punto e a Capo"

mercoledì 14 ottobre 2009

Lombardi presentazione DS Nicola Salerno

Presentazione DS Salerno 13-10-2009

Presentazione nuovo DS Salerno 13-10-2009

martedì 13 ottobre 2009

Botta e risposta Lombardi De Luca sulla salernitana

Fabiani " Acri si affidava solo ai procuratori "

La Salernitana ha un’acquirente, un gruppo di imprenditori capeggiati da Giuseppe Cannella, ex direttore sportivo della Salernitana.

cannella Lombardi che e’ vero, che ha versato soldi liquidi per l’adesione al lodo petrucci, ma che grazie a tale paracadute e’ riuscito a prelevare a zero euro la squadra granata, e’ chiamato a dare una risposta a tale proposta.
L’offerta del patron di Vallo della Lucania e’ piuttosto alta, ben 20 milioni di euro, cosi’ come affermato da Giuseppe Cannella in tv che fa chiarezza sulle intenzioni della presunta cordata interessata alla Salernitana:
“La Salernitana un mese fa era in vendita-ha dichiarato Cannella-mi sono incontrato con i legali rappresentanti del presidente.
Lombardi era alla ricerca di soci, questo sicuramente non e’ una cosa negativa, se non si hanno le capacita’ patrimoniali per andare avanti.
La proposta del patron era di 2 milioni di euro per rilevare il 10 percento delle quote societarie( secondo tale dichiarazione Lombardi valuta la Salernitana per la cessione in toto dell’intero pacchetto azionario, circa 20 milioni di euro) in piu’ mi avrebbero conferito la carica di Direttore Generale.”
Giuseppe Cannella non si ferma qui, non risparmiando critiche per le modalita’ di chiusura di un’eventuale trattativa necessaria per il trasferimento della societa’ alla cordata di nuovi imprenditori:
“A seguito di quell’incontro con il Presidente Lombardi, mi fu chiesto da quest’ultimo di fornire una valutazione economica sulla Salernitana.
Tale operazione si effettua in relazione a determinati parametri, quali il patrimonio di calciatori, i debiti ed i crediti vantati dalla societa’.
Considerando il parco giocatori, i debiti di cui sono a conoscenza e i crediti, la Salernitana, risposi al presidente Lombardi non vale piu’ di 1,5 milioni di euro-ha proseguito Cannella-da allora, ci siamo lasciati sull’autostrada in attesa di risentirci in futuro ma non l’ho piu’ sentito.”
Cannella dunque si fa avanti, dichiarando apertamente le proprie intenzioni:” Se Lombardi intende vendere la societa’, ci sono degli imprenditori interessati, ovviamente in relazione a delle valutazioni economiche effettuate secondo dei parametri specifici.
Questa e’ una societa’ che e’ gia’ stata fortunata, salvandosi incredibilmente lo scorso anno, a seguito di un finale di campionato favorevole.
Lombardi ha rifiutato una cifra di 3 milioni di euro per Merino-conclude Cannella-me l’ha confidato personalmente, per me e’ una follia visto che altre societa’ si sono private di un calciatore di cosi’ grande valore senza rendersene conto”
http://www.vocesport.com

Nuovo D.S. Salerno

nicola salerno

La Salernitana Calcio 1919 comunica di aver affidato l'incarico di Direttore Sportivo al sig. Nicola Salerno. La conferenza stampa di presentazione del nuovo Direttore Sportivo si terrà nella sede sociale (via San Leonardo, 51) alle ore 17.30 di oggi, martedì 13 ottobre.

Carriera

Figlio del senatore Carmelo Francesco Salerno (già presidente del Matera), società in cui si affaccia nel mondo del calcio negli anni ottanta in Serie C2. Successivamente lavora come direttore sportivo e responsabile del mercato nelle società sportive del Ravenna, del Licata, società con cui approda in Serie B nella stagione 1988-89, e della Triestina, dove rimane dal 1989 al 1993, svolgendo per due anni anche le funzioni di Amministratore unico.

Dopo aver scontato una squalifica, rientra come direttore sportivo del Messina dal 1997 al 2002, risultando tra gli artefici della rinascita del club giallorosso risalito in pochi anni dal Campionato Nazionale Dilettanti alla Serie B. Nella stagione 2002-03 passa al Catania, sempre in Serie B.

La stagione successiva si trasferisce al Cagliari, società con cui raggiunge per la prima volta la Serie A nel 2004. Dopo una parentesi di una stagione con il Foggia in Serie C1 nella stagione 2006-07, torna a Cagliari dove però viene sollevato dall'incarico nel febbraio 2008. Il 12 ottobre 2009 accetta l'incarico alla Salernitana.

fonte Wikipedia

L'ultima scommessa di Jose Alberti : Nicolas Medina

Nicolás Rubén Medina (Buenos Aires, 17 febbraio 1982) è un calciatore argentino che gioca nel ruolo di centrocampista centrale e attualmente milita tra le file del Gimnasia y Esgrima La Plata.

fonte wikipedia

lunedì 12 ottobre 2009

Orilia : " Lombardi ci sta portando alla distruzione !!!! e alla vergogna !!!!! "

De Luca parla della Salernitana dopo la sconfitta con il Cittadella 12-10-2009

Intervista Fava post Salernitana - Cittadella

Acri sollevato dall'incarico

La Salernitana Calcio 1919 comunica di aver sollevato dall'incarico di Direttore Sportivo il sig. Acri Guglielmo. Nel ringraziarlo per il lavoro svolto fino a questo momento, la Salernitana Calcio augura al sig. Acri le migliori fortune professionali.

Intervista Cari post Salernitana Cittadella

Fulvio De Maio "Chiamate qualche sfollato !!!! "

domenica 11 ottobre 2009

Salernitana - Cittadella 1 - 2 sintesi

venerdì 9 ottobre 2009

Iunco " Salerno merita rispetto ! "

giovedì 8 ottobre 2009

7-10-2009 - Intervista a Pestrin

mercoledì 7 ottobre 2009

Intervista al presidente Lombardi

martedì 6 ottobre 2009

Faccia a faccia tra tifosi della Salernitana e Acri all'allenamento al Volpe

Video